TatamiDo


Vai ai contenuti

manipolazione del collo

Shiatsu > manipolazioni


C O L L O



Ci sono 26 canali che entrano nel collo (Mtc + Masunaga), quindi e’ importante aprirli tutti.
Se ci sono contrazioni a livello muscolare, il Ki che deve salire verso la testa rallenta passando con molta difficolta’. Basti pensare a tutte le conseguenze di dolori alla cervicale quali ad esempio la difficoltà a concentrarsi, sintomo di un Ki che arriva al cervello con molta fatica.
Occorre trattare il collo quando ci sono problemi di Fegato (destra) e Cistifellea (sinistra).
Il massaggio del collo deve durare 1-2 minuti, nei giorni seguenti il Ricevente potrebbe avere dolori dovuti alla muscolatura che si e’ sciolta.
Se ci sono problemi alle cervicali iniziare subito con un blando trattamento del collo. In caso contrario e’ preferibile non trattare il collo la prima volta.
Puo’ capitare che durante il controllo dell’apertura laterale del collo, la visione del R si offuschi fino a diventare completamente nera. Significa che una delle arterie che salgono o scendono e’ leggermente occlusa. In questo caso non si deve eseguire il trattamento del collo ma consigliare accertamenti.

trattamento

  • valutiamo l’apertura laterale del collo facendo delle rotazioni della testa (ricordare che la VB si manifesta a sx mentre il F a dx)


  • una mano regge la testa muovendola (non rimane mai fissa) come necessita à lavorare il collo all’altezza del trapezio con l’eminenza tenare dell’altra mano, sciogliere velocemente le tensioni (ripetere almeno 2 volte su entrambi i lati, cambiare spesso il lato altrimenti si provoca rigidita’)


  • risalire lungo il collo massaggiando le vertebre cervicali con le dita


  • schiacciamento della collottola


  • mano sx blocca la spalla dx à stiramento del collo verso sx – orizzontale (fare entrambi in lati)


  • mano sx blocca la spalla dx à stiramento verso l’ascella sx – 45° (fare entrambi in lati)


  • mano sx blocca la spalla dx à stiramento verso la spalla sx – 180° (fare entrambi in lati)


  • stiramento all’indietro con una mano sulla fronte e l’altra sull’occipite


  • testa del R su un lato e piegamento verso la spalla


  • stiramento in avanti con mani incrociate che bloccano le spalle


durante gli stiramenti seguire sempre l’espirazione e non tenere mai il collo bensi’ il cranio

  • ricontrollare l’apertura laterale



In presenza di dolori cervicali sono sofferenti i Polmoni, il Cuore, l’Intestino.

Nel trattamento successivo e’ utile trattare anche la Cistifellea.



Se il R e’ ancora rigido e le nostre mani non riescono ad avere una penetrazione sufficiente, si puo’ aggiungere un trattamento da seduto

  • appoggiare l’avambraccio sul trapezio e tirare la testa del R verso il lato opposto a quello dello stiramento. Proseguire con l’avambraccio verso l’esterno


  • lavoro con la punta del gomito solo sul punto VB21 (trapezio)


  • spostarsi su punto TR15 (bordo superiore della scapola) senza staccare il gomito


  • mettere la testa in avanti ed entrare con il gomito nella parte posteriore al collo


La pressione non deve mai essere eccessiva. È molto importante la precisione.

Ogni testa ha una peso specifico proprio. Tenere conto che una testa pesante, su una struttura minuta, e’ piu’ difficile da portare.

HOME | Arti Marziali | pubblicazioni | Shiatsu | varie | altro | Blog ! | contatti | Mappa del sito

Cerca

Torna ai contenuti | Torna al menu