TatamiDo


Vai ai contenuti

i 6 organi meravigliosi (detti anche curiosi)

Shiatsu > appunti


i 6 Organi Meravigliosi

(detti anche "Curiosi")



Sono così chiamati perché funzionano come gli organi Yin (cioè come organi "pieni" che immagazzinano le essenze) ma, per le loro strutture caratteristiche, sono fatti come gli organi Yang. Per questo si chiamano "meravigliosi": sono qualcosa di particolare.

Gli Organi Meravigliosi sono 6:
Utero – Ossa – Cervello – Midollo - Vasi Sanguigni - Vescica Biliare


UTERO

E' chiamato la “casa del bimbo"; è molto importante ed è considerato Organo Meraviglioso perché contiene, appunto, il frutto del concepimento, ed emana un'essenza che è il sangue mestruale – il quale non è una sostanza di scarto. Per definire la sua funzione possiamo dire che l'Utero regola la mestruazione, la concezione, la gravidanza.
Particolarità di questo organo è il fatto che è continuamente irrorato dal sangue e del Ki: per funzionare bene e per essere in forma l'Utero conta sempre su un buon apporto di sangue e di Ki.
Come fa ad avere sangue e Ki? Il Vaso Concezione provvede al Ki dell'Utero (infatti l'attraversa sia il Vaso Concezione che il Vaso Governatore) e il Vaso Governatore provvede al Sangue, sia in termini di qualità che di quantità.
Sappiamo che il Vaso Concezione e il Vaso Governatore sono entrambi collegati ai Reni, quindi la loro energia è strettamente legata al Ki dei Reni. I Reni in buono stato, con una buona essenza, fanno si che il Vaso Concezione ed il Vaso Governatore abbiano un buon Ki e funzionino a meraviglia.
Ciò vuol dire che se abbiamo buoni Reni e buon'essenza, un buon equilibrio, un buon Ki dei Reni, anche l'Utero ne gioverà.
Quindi anche l'Utero, attraverso questi due vasi, è legato intimamente ai Reni. Tanti problemi dell'Utero che abbiamo visto l'altra volta - come il freddo e il vuoto - possono essere visti come carenze anche dei Reni (esempio: la sterilità). Dunque la qualità dell'Utero dipende dalle condizioni energetiche dei due Vasi e dei Reni.
Abbiamo già detto che per avere un'Utero in buone condizioni, esso deve essere sempre irrorato dal sangue. Quindi l'Utero ha uno strettissimo rapporto con il sangue. Non è sufficiente un buon apporto di sangue in termini quantitativi: il sangue deve essere anche di buona qualità. Se pensiamo al sangue, pensiamo subito ai tre organi che lo caratterizzano: Cuore (che lo governa); Fegato (che lo immagazzina) e Milza (che lo contiene e lo controlla).
Quindi, attraverso il sangue, esiste una connessione fisiologica ed energetica tra questi tre organi e l'Utero. Vale a dire, il sangue mette in comunicazione tra loro questi organi.
Nel caso di una menorrea (mancanza di mestruazione), possiamo dire che ci sia una mancanza di sangue. Cioè, la quantità di sangue che arriva all'Utero è insufficiente per avere la possibilità di fuoriuscire. E' abbastanza per tenere l'Utero in vita ma non abbastanza perché abbia una mestruazione. Quindi, un caso di menorrea potrebbe essere causato da un Fegato carente (manca sangue perché il Fegato non immagazzina a sufficienza e non dà all'Utero la possibilità di espellerne un po').
Guardiamo il Fegato: se il Ki e il sangue del Fegato sono ristagnati si crea una condizione tale che, nel momento in cui dovrebbe venire la mestruazione, il Fegato farà fatica a dare il sangue necessario perché, appunto, è ristagnato. Si avrà quindi un mestruo doloroso oppure dei dolori premestruali forti; magari il mestruo arriverà ma con sangue scuro e denso e un po' coagulato.
Tutto questo perché il Ki non fluisce come dovrebbe e il sangue fa’ fatica ad arrivare. Il dolore può essere visto come la fatica che il Fegato fa’ per spingere fuori il sangue. L'Utero richiede sangue e il Fegato fa’ fatica a fornirlo; quindi c'è una interazione che crea uno scompenso, uno squilibrio, che provoca il dolore (dismenorrea).
Guardiamo la Milza (che controlla e sostiene il sangue nei vasi): se c’è un flusso molto abbondante e più liquido, che non si arresta e che dura più a lungo del dovuto (5 giorni), possiamo pensare che la Milza è affetta da umidità e non riesce a mantenere il sangue nei vasi, non riesce a trattenerlo, quindi, quando il sangue incomincia ad uscire, la Milza non riesce più a bloccarlo e lo lascia scorrere. Si dice che “il sangue è fuori controllo”. Il rubinetto si è aperto e non si chiude più.
Invece, un Fegato in eccesso può creare calore e questo calore influenza direttamente il Cuore, la circolazione e il sangue (può asciugare il sangue in quanto il calore asciuga i liquidi). Il sangue diventa denso e la circolazione più difficile. Si potranno avere i mestri, in questo caso, con sangue un po’ coagulato e più scuro (il cosiddetto “sangue cotto” come si diceva una volta).
C’è un’altra cosa sulla Milza che bisogna aggiungere: immaginate durante una gravidanza quando il feto si deve annidare nelle pareti dell’Utero e dev’essere sostenuto a rimanere lì. La Milza, col suo Ki, aiuta il feto a rimanere al suo posto, evitando un’aborto (stacco della placenta). Quindi la Milza è importante sia per questo che per la qualità del sangue. Di ciò che si mangia, le sostanze pure vengono trasformate dalla Milza in sangue – se mangiamo solo sostanze impure, esse andranno nel sangue e la nostra Milza farà fatica a distillare le sostanze pure. Così anche il sangue entrerà nel feto con energia negativa e carente.
Infine, guardiamo il percorso del meridiano dello Stomaco: esso attraverso l’utero. Attraversandolo, anche Stomaco e Utero sono in relazione. Le esperienze come nausea e vomito durante la gravidanza, oppure durante il ciclo mestruale, sono causati da questa interazione tra Stomaco e Utero. Quindi il Ki dello Stomaco non riesce più a scendere ma viene spinto verso l’alto.
Non è soltanto la donna ad avere l’Utero, anche l’uomo ha un’Utero. L’Utero non è chiamato soltanto la “casa del bimbo” ma anche la “camera dell’essenza”. Fisicamente possiamo vederlo come una combinazione tra prostata e testicoli. L’Utero dell’uomo esiste e ha un suo Ki, la sua energia e le sue manifestazioni. La funzione della “camera dell’essenza” è legata ai Reni e al Vaso Governatore soprattutto. Una carenza dei Reni crea freddo e si avranno impotenza ed infertilità (sperma debole).


CERVELLO (chiamato anche “Mare del Midollo”)

Il cervello controlla la memoria, la concentrazione, la vista, l’udito, l’olfatto, il tatto.
Sappiamo già che i Reni, con la loro Essenza, producono il Midollo (quando e dove lo vedremo poi). Il Midollo si espande, riempie le cavità della colonna vertebrale, fino ad arrivare al cranio e riempire la cavità cerebrale, formando appunto il “Mare del Midollo” che è il Cervello.
Quindi una buona essenza dei Reni e un buon Ki dei Reni significa un buon Ki del Cervello. Il Cervello funzionerà bene, avrà la facoltà di percepire distintamente i cinque sensi, avrà una buona memoria, una buona concentrazione (abbiamo già visto che i Reni sono legati alla memoria).
Però, per funzionare bene, il Cervello ha bisogno di essere nutrito: cioè irrorato continuamente dal sangue e dal Ki. Dunque il Cervello, per funzionare bene, dipende dal Cuore.
Quindi i due organi principali sono i Reni e il Cuore (che fa pensare subito all’Asse Spirituale). Se l’interazione tra questi due organi è buona, vale a dire se c’è un’equilibrio, anche il Cervello funzionerà bene. Se uno dei due prenderà il sopravvento, verrà a mancare questa interazione e avremo il contrario di quello che avevamo prima: poca memoria, poca concentrazione.
Pensate per esempio agli anziani la cui essenza dei Reni sta scendendo e piano piano si sta esaurendo: vedete che hanno difficoltà a concentrarsi e la memoria tende a mancare.


MIDOLLO

Quando parliamo di Midollo non dobbiamo pensare a quello che c’è nella ossa. Il Midollo è formato dall’essenza dei Reni che è la matrice per il Midollo che invade le cavità delle ossa e il cervello. Un po’ come il lievito per il pane insomma. Quindi Reni buoni creano una buona matrice.


OSSA

Le ossa, si sa, sono piene di midollo e quindi anch’esse sono in stretta relazione con i Reni. Le ossa sono “Organo Meraviglioso” perché sono Yang, sono cave all’interno e costituiscono l’involucro del midollo. Se l’essenza dei Reni è carente, oltre ad avere un midollo di scarsa qualità avremmo anche le ossa indebolite poiché, perdendo il loro nutrimento, le ossa non riescono più a sostenere il corpo e permettere ai muscoli di fare le leve. Si avrà difficoltà a deambulare o difficoltà motorie.
Anche qui l’esempio degli anziani: quando scende l’essenza si indeboliscono anche le ossa (osteoporosi ecc.).


VASI SANGUIGNI

Anch’essi sono contenitori quindi sono Yang. Contengono l’essenza (nel sangue). Sappiamo che sono collegati ai Reni perché e’ il Midollo a produrre il sangue.


CISTIFELIA

E’ un’organo Yang ed è straordinario perché contiene un liquido puro che è la bile (anche’essa una sostanza distillata, quindi un’essenza).


HOME | Arti Marziali | pubblicazioni | Shiatsu | varie | altro | Blog ! | contatti | Mappa del sito

Cerca

Torna ai contenuti | Torna al menu